Sì, MA COME?

L’oggetto transizionale

Inserito da il 14:00 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

La maggior parte di noi si ricorda un pupazzo, un fazzoletto, un gioco che ci ha accompagnato per molto tempo durante l’infanzia. Se ci fermiamo, possiamo ricordare perfino le sensazioni legate a quell’oggetto: affetto e sicurezza. “Quella cosa lì”, scelta da noi, e nessun’altra ci rassicurava nel momento del bisogno, ci rendeva forti di fronte alle difficoltà, ci faceva sentire sicuri e ci teneva compagnia durante notte. Poi, non sappiamo esattamente quando, non ne abbiamo più avuto bisogno. Di nuovo, come genitori, possiamo notare lo stesso...

Continua a leggere

L’amico immaginario

Inserito da il 13:40 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

La fantasia dei bambini stupisce spesso noi adulti. Osservarli mentre giocano e si avventurano in mondi immaginati e meravigliosi è un’esperienza fantastica. A volte, però, ci sembra che la fantasia si sostituisca alla realtà e iniziamo a preoccuparci: è il caso dell’amico immaginario. L’invenzione di un amico è un fenomeno molto diffuso e sono tanti i bambini che stringono un’amicizia con un un compagno di giochi che vive solo nella loro mente. L’amico immaginario non è la manifestazione di un disagio, il sintomo di un problema o...

Continua a leggere

Il bambino tiranno

Inserito da il 17:21 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

I bambini hanno bisogno di regole e di esempi da seguire, per imparare come comportarsi. Perciò, crescere in un ambiente familiare troppo permissivo e incapace di contenere la naturale aggressività infantile favorisce lo sviluppo delle innate attitudini dispotiche dei bambini. Se noi genitori manchiamo di autorevolezza, saranno i nostri figli a imporsi. Ma questo non li farà stare bene: non saranno mai realmente soddisfatti, perché non sanno davvero quello che vogliono. Non hanno abbastanza esperienza! Il bambino, che non che non ha regole...

Continua a leggere

Odio le feste!

Inserito da il 16:29 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

Ebbene sì: non tutti i bimbi amano le feste! Spesso perché non riescono ad affrontare una situazione di gioco libero, immediato e magari sfrenato tipico di queste occasioni. In genere i casi sono due: -il bambino tentenna di fronte al chiasso e all’euforia, ma vorrebbe partecipare pur non osando. In questo caso concediamogli un po’ di tempo per ambientarsi, senza forzarlo. Può succedere che si integri gli ultimi dieci minuti della festa, ma per lui saranno sufficienti, perché scelti spontaneamente e in autonomia. Se poi riusciamo...

Continua a leggere

La nanna

Inserito da il 16:01 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

Il momento del sonno è delicato, perché è il momento della separazione dalla mamma e dal papà e della sospensione di attività molto più divertenti. E’ per questo che i bambini hanno bisogno di essere rassicurati e accompagnati con serenità nel momento della nanna, perché non è facile per loro capirne l’utilità. E soprattutto devono essere certi che all’occorrenza i genitori arrivano! Ecco perché è sempre giusto rispondere al pianto di un bambino piccolo. Il pianto del bimbo nella culla non è un capriccio o una sfida, è la...

Continua a leggere

Via il pannolino!

Inserito da il 13:22 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

Mangiare da soli, dormire nel proprio lettino, controllare la funzioni fisiologiche sono i primi piccoli, grandi passi che i bimbi compiono verso l’autonomia. E abbandonare il pannolino è un passo molto importante e significativo! Prima di tutto chi deve essere veramente pronto a togliere il pannolino siamo noi genitori, pronti ad avere pazienza per le mutandine bagnate, lenzuola da cambiare nel cuore della notte, mappatura dei gabinetti della città e molti cambi di vestiti per le uscite e i viaggi. Una volta pronti a tutto ciò, teniamo...

Continua a leggere

Arriva Babbo Natale!

Inserito da il 12:53 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

  Babbo Natale esiste! Come esistono i folletti che lo aiutano a costruire i giocattoli, le renne volanti e la Befana con la veste nera e le famose scarpe rotte! Il Natale è un momento eccezionale che apre uno squarcio nella quotidianità; è il momento in cui i desideri dei bambini possono essere liberamente espressi e, in gran parte, esauditi. I desideri non sono solo quelli dei giocattoli, ma di un tempo passato in famiglia con una atmosfera speciale e la sospensione dell’ordinaria frenesia. È un’atmosfera magica, di attesa...

Continua a leggere

I capricci

Inserito da il 12:40 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

Con il termine “capricci” racchiudiamo un insieme di comportamenti dei bambini che spesso fatichiamo a comprendere e che hanno origini molto diverse tra loro. I bambini, dal loro punto di vista, hanno sempre un motivo per esplodere in un capriccio, perché si trovano a vivere situazioni di stress, disagio, stanchezza, frustrazione, rabbia, tristezza…che non sanno come gestire. Quello che noi chiamiamo in modo un po’ riduttivo capriccio, quindi, è una manifestazione esterna di un disagio interiore del piccolo. Se è bene...

Continua a leggere

Via il ciuccio!

Inserito da il 16:44 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

Via il ciuccio? Si può! Ma prima capiamo perché piace: -il ciuccio risponde al naturale istinto del bambino di succhiare, che è per lui un bisogno primario perché legato alla nutrizione; -aiuta i neonati a riprodurre sensazioni piacevoli e di tranquillità, favorisce il rilassamento e stimola la capacità di auto-consolazione del bambino; -la suzione è la principale modalità con cui i bambini iniziano a conoscere il mondo: per scoprirlo, lo assaggiano letteralmente e mettono tutto in bocca. E il ciuccio è fatto apposta per questo! -procura...

Continua a leggere

La gelosia

Inserito da il 14:25 in Articolo, Sì, MA COME? | 0 commenti

La gelosia è sana e dimostra la capacità di amare dei nostri figli. È bene che sia accolta e non colpevolizzata: per il bambino l’amore materno è un bisogno primario, che ne garantisce la sopravvivenza. I bimbi si sentono fortemente minacciati da un altro piccolino che necessita delle continue attenzioni della mamma. Noi dobbiamo accompagnarli nella conoscenza del nuovo arrivato, rassicurandoli sul fatto che l’amore si moltiplica, non si divide. Come fare tutto questo? Con piccoli gesti quotidiani, perché i bambini hanno bisogno di fatti più...

Continua a leggere